Resta in contatto

News

Quando si potrà tornare in campo? “Ipotesi 2 maggio”

Il calcio italiani si interroga sul futuro immediato. C’è prima da battere il nemico Covid-19, poi si potrà pensare alla normalità. Ma non prima di maggio…

Il campionato di serie Serie A dovrebbe riprendere sabato 2 maggio forse a porte chiuse e concludersi il 30 giugno si spera a porte aperte: questo il progetto (più realistico) della Lega. Attualmente, come noto, la serie A è ferma sino al 3 aprile, in ossequio del decreto del governo. Ripartire il 4 aprile, è impossibile. Ripartire a metà aprile quasi impossibile, quindi si sta lavorando su maggio, ovviamente nell’ipotesi ormai probabile (se non certa) che l’Uefa si decida finalmente a rinviare gli Euro 2020. Ma martedì 17 marzo Federazioni e soprattutto Leghe convinceranno Ceferin, con le buone o con le cattive (minacciando di non dare i giocatori alle Nazionali). D’altronde adesso quasi tutto il calcio d’Europa-tranne Paesi come la Serbia che continuano a giocare come se nulla fosse-si è fermato“, scrive Repubblica nella rubrica SpyCalcio.

Dunque, il calcio italiano, in attesa del Consiglio Federale del 23 marzo, che cercherà di dare regole certe nel caso dei vari scenari previsti, si interroga su quando potrà tornare la normalità, il campo, le partite. Il quotidiano Repubblica indica nel 2 maggio il primo weekend utile per restituire agli italiani il gioco più amato. Se tutto, naturalmente, dovesse procedere per il meglio e il Covid-19 sarà uno spiacevole ricordo.

Tutto passa però dal rinvio degli Europei, che di fatto non vanno ad inficiare la disputa della serie C, ma renderebbero più armonico il calendario di tutte le categorie. Martedì l’appuntamento alla UEFA per la parola finale sulla kermesse continentale, poi il calcio cercherà di districarsi tra le numerose difficoltà.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News