Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

“Ciao Maciste”, anche la Reggina piange Bruno Bolchi: condottiero verso la Serie A

Nella serata di martedì si è spento l’allenatore che condusse gli amaranto in Serie A

Bruno Bolchi non c’è più. L’ex allenatore della Reggina è morto martedì sera a Firenze a seguido dell’aggravarsi delle proprie condizioni di salute. Se ne va un uomo che ha marchiato a fuoco il suo nome della storia del calcio (anche con la maglia dell’Inter), ma anche e sopratuttutto in quello della Reggina.

“Maciste”, come era chiamato, è stato l’uomo che nella stagione 1998-1999 ha portato il club amaranto per la prima volta in Serie A. Lo ha fatto subentrando a sei gare dal termine ad Elio Gustinetti.  In una situazione molto delicata debbe l’intelligenza di far leva sugli equilibri che la squadra già aveva e, da imbattutto, condusse gli amaranto fino al trionfo di Torino del 13 giugno.

Bolchi, tra l’altro, aveva già allenato la Reggia con grandi risultati dieci anni prima. Di lui si ricordano il garbo e la gentilezza da uomo d’altri tempi. Uno che ha sempre speso parole di grande stima ed affetto nei confronti della città di Reggio Calabria. E il sentimento è stato sempre reciproco.

 

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Approfondimenti