Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Reggina-Perugia: tante insidie per gli amaranto

La classifica degli umbri non deve ingannare  e ci sono caratteristiche che potrebbero dare fastidio agli amaranto

Si è detto più volte in questa stagione che la Reggina fatica di più contro squadre che la aspettano. Soprattutto se non riesce a sbloccare il risultato o addirittura finisce sotto.

Ci sono pochi dubbi sul fatto che il Perugia di Castori approdi al Granillo con la ferma intenzione di difendersi e provare a ripartire. Lo impongono le circostanze e questa tipologia di atteggiamento spesso è stata alla base dei grandi successi del tecnico marchigiano. Si ricorderà come due anni fa  la Salernitana, poi promossa in Serie A, si difendesse alla perfezione e poi giocasse non proprio come il Barcellona di Guardiola.

Tanti calci piazzati, lanci per Djuric e altri modi per fare gol diventavano la risorsa principale di un gioco dove la solidità era di altissimo livello. Questo, però, dava ai granata grandissima efficacia e una ricetta vincente, che è ciò che conta nel calcio.

Il Perugia, tra l’altro, occupa i bassifondi della graduatoria, ma resta una squadra che ha cambiato poco rispetto a quella che nella passata stagione ha giocato i play off. Se a questo si aggiunge che spesso in B i pronostici si rovesciano (E il Modena, ad esempio, lo ha fatto con gli amaranto), si definisce un quadro che spiega quanto per la Reggina la gara sia insidiosa.

 

 

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Approfondimenti