Tifo Reggina
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Reggina: Ascoli sempre osso duro, tradizione in equilibrio

Quella con i marchigiani sarà l’ultima partita della stagione regolare

Sono passati dieci anni e mezzo da quando la Reggina ha vinto la sua ultima partit al Granillo. Era il 27 ottobre del 2012 e a fissare il risultato sul 2-0 finale furono le reti di Vincenzo Sarno e Fabio Ceravolo. Sulla panchina amaranto c’era Davide Dionigi. In porta per i marchigiani c’era quell’Enrico Guarna, ancora oggi in maglia bianconera e nel frattempo passato anche da Reggio Calabria.

Più di due lustri nel calcio sono davvero un’eternità. Tuttavia la distanza temporale nell’ultima vittoria aiuta a capire perché ci sia un certo equilibrio nei confronti diretti tra le due squadre: tre vittorie amaranto, solo una in più delle due ascolane e ben sei pareggi.

L’ultimo segno X risale alla stagione 2019-2020. Era l’anno degli stadi chiusi per Covid: per gli amaranto segnò Thiago Cionek, prima delle reti di Bajc e Sabiri che ribaltarono il punteggio. Il pareggio di Montalto fissò il 2-2 finale.

L’anno scorso, invece, i bianconeri si imposero per 2-1 al Granillo: la doppietta del solito Sabiri rese inutile il gol su rigore del momentaneo pareggio di Montalto.

Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Antonio
Antonio
10 mesi fa

Analizzando tutto da ogni lato si può giungere agevolmente alla conclusione che i risultati ottenuti sul campo, con questi elementi, non è affatto deludente. Indicare come responsabile Pippo Inzaghi è quanto meno da ignoranti. Se la società deciderà un cambio di C.T., secondo me, opterà per un’involuzione, e inevitabilmente si dovrà riiniziare da capo. Tenendo lontano le malelingue, riconfermando la fiducia ad Inzaghi e soprattutto acquistando 7 o 8 giocatori di categoria già affermati e facendo poi un altrettanto grande lavoro sui giovani talenti calabresi si potrà pensare con fiducia a breve alla serie A e soprattutto ad un futuro roseo per una società di calcio libera e soprattutto avulsa da strani personaggi.

Articoli correlati

La squadra adesso segna con regolarità, ma deve ritrovare ermeticità difensiva...
Bruno Trocini continua ad avere ampia scelta, ma aspetta di ritrovare due calciatori importanti...
L'esterno italo-albanese è il 17esimo giocatore a segno in questo torneo ...

Dal Network

La squadra è ormai ad un livello che le consente di vincere praticamente tutte le...

L’incontro tra Maiello e Zola: una storia di perdono e riconciliazione. In una domenica che...

Nuova formula per la competizione che un tempo metteva di fronte la squadra che vinceva...

Altre notizie

Tifo Reggina