Resta in contatto

Approfondimenti

Tecnici subentrati, Baroni è terzo in classifica. Meglio di lui Clotet e Pecchia

Nella speciale classifica degli allenatori subentrati in corsa, quello della Reggina è tra i migliori

Otto i club che nel corso di questa stagione hanno deciso di cambiare, almeno una volta, la propria guida tecnica. Tra chi ha scartato allenatori come fossero cioccolatini e chi, invece, ha usato maggiore moderazione proviamo ad analizzare chi veramente ci ha visto lungo e ha trovato la giusta soluzione.

Non c’è riuscita la Virtus Entella che nonostante l’arrivo di Vivarini è sempre lì, in fondo alla classifica. Dal suo arrivo sulla panchina del club ligure il tecnico abruzzese ha conquistato 16 punti in 22 partite (media punti di 0,72). Non c’è riuscito neanche il Pescara, penultimo in classifica. Grassadonia, subentrato da Breda da 7 giornate, ha incamerato finora 6 punti (media di 0,85 a partita).

Decisamente più azzeccati i cambi operati da Ascoli, Cremonese, Brescia e Reggina. In particolare, tra queste quella che meglio si sta comportando è il Brescia di Pep Clotet. Dall’arrivo del tecnico catalano le Rondinelle hanno conquistato 18 punti in 10 partite (1,8 punti a partita). Segue Fabio Pecchia, tecnico della Cremonese, capace di portare 21 punti alla classifica dei grigiorossi in 13 partite (1,61 a partita).

Terzo in questa speciale classifica è il tecnico della Reggina Marco Baroni. In 18 partite con il tecnico fiorentino alla guida gli amaranto hanno incamerato 27 punti (1,5 a partita). Quarto Andrea Sottil che con il suo Ascoli ha una media punti di 1,37 (22 punti in 16 partite).

Ancora troppo presto per valutare l’incidenza di Massimo Rastelli che siede da appena una giornata sulla panchina della Spal (al momento bottino pieno). L’ottava panchina è quella saltata solo pochi giorni fa con Fabio Grosso approdato al Frosinone.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Approfondimenti