Resta in contatto

News

Luciano Moggi: ”Molto legato a Reggio e alla Reggina. Con Lillo Foti una grande amicizia”

La trattativa Cristiano Ronaldo, l’acquisto di Perrotta, la storia dell’arbitro Paparesta: il racconto dell’ex dirigente bianconero

Questa mattina, ai canali ufficiali della Reggina 1914 è intervenuto Luciano Moggi, ex dirigente della Juventus, il quale ha toccato diversi punti del suo passato riguardanti il club amaranto. Di seguito, le sue parole:

Reggio e la Reggina – “Sono ancora molto legato alla città di Reggio ed alla Reggina di Lillo Foti, al quale mi lega un grande rapporto di amicizia. Tifavo per lo scudetto della mia Juventus ma ero molto contento quando la Reggina riusciva a salvarsi”.

Sull’acquisto di Perrotta, dalla Reggina alla Juventus – ”Mandavo osservatori a vedere tutte le partite di Serie A, per la Reggina era diverso, perchè la seguivo spesso di persona per salutare Lillo Foti. Perrotta alla Juventus non ha deluso, è stato un professionista esemplare che si allenava come pochi. Non parlerei di fallimento, sicuramente non ricopriva un ruolo determinante in quella squadra”.

La cessione di Cirillo all’Inter? Non mi ha indispettito, è stata una leggenda, non sono mai entrato in quella trattativa. I veri gesti di amicizia si possono fare ponendo una finta attenzione su un calciatore, ma solo per consentire ad un amico di venderlo ad un prezzo più alto ad altri…(ride, ndr)”.

Su Cristiano Ronaldo – ”Vidi questo ragazzino in una partita dello Sporting Lisbona, avviai il giorno dopo la trattativa. Era praticamente fatta, ma ho dovuto recedere perché Salas rifiutò il passaggio al Manchester United di Ferguson. Era tutto definito con il procuratore e con il club portoghese”. 

Sulla famosa storia dell’arbitro Paparesta, chiuso negli spogliatoi del Granillo al termine di un Reggina-Juventus – ”Da una semplice battuta è nato un falso racconto che è entrato nella storia del calcio perché sono riusciti a farlo passare per un sequestro di arbitro, portandolo in tribunale”.

Su Gallo – ”Non lo conosco personalmente, però spero che la Reggina torni dove merita. Sarei felice perché a Reggio mi sono trovato sempre bene”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News