Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

La Reggina vede la B, ma quante squadre tra i cadetti? Le NOIF offrono un appiglio

La cadetteria ha deciso da due stagioni di passare a 20 squadre, ma al momento il format è in deroga e non vi è stata alcuna modifica dalla torrida estate del 2018

Sono i giorni delle soluzioni, delle speranze, delle assolute incertezze, il calcio italiano naviga maledettamente a vista. Certamente c’è quel convitato di pietra chiamato Covid-19 che ne scandisce tempistiche e determina atti e fatti, ma dall’altro fronte c’è l’incrollabile voglia della FIGC e di parte della serie A di tornare al più presto in campo.

In serie C, invece, tutti sono concordi che non è più possibile portare avanti un torneo già di per sé disastrato (in termini economici) e che richiederebbe un ulteriore bagno di sangue per portarlo alla chiusura (leggi spese per il protocollo sanitario). Si, ma i verdetti devono in ogni caso arrivare e se per quanto riguarda tre delle quattro promosse grossi problemi non si porgono (salvo clamorose alchimie nelle segrete stanze), per la quarta le discussioni sono già partite.

L’ideale sarebbe provare a disputare un playoff ridottissimo, in sede unica e campo neutro, ma resta da vedere e capire quando. Ma un altro problema sono i rapporti assai tesi tra le Leghe.

La B, due stagioni fa, ha varato il format a 20 squadre, bocciando i ripescaggi di Catania, Ternana e compagnia, ma le Norme Organizzative Interne Federali, la “Costituzione” del calcio italiano, all’articolo 49, parla ancora di “Serie B a girone unico e 22 squadre”. Dunque, vuoi vedere che parte della soluzione del problema è sotto gli occhi? O almeno, lo sarà se la Cadetteria tornerà in campo e riuscirà a completare almeno la stagione regolare. E se non sarà così, ci sarà un appiglio per qualche formazione oggi condannata alla retrocessione in C, tipo il Cosenza? Balata, uno dei fautori della deroga a 20 formazioni, non è particolarmente attratto dall’idea di dover redistribuire le medesime risorse a più società, proprio ora che aveva garantito un discreto gruzzolo alle consociate di B.

La Reggina, sostanzialmente, osserva, attenta che non via “l’assalto alla diligenza”, ergo che nessuno le tolga la B dalle mani, certamente oggi è davvero impossibile capire che serie B sarà: magari, chissà, le Noif aiuteranno…

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News