Resta in contatto

Amarcord

Reggina, 16 maggio 1965: la prima apoteosi, Maestrelli eroe di Reggio

Sono passati esattamente cinquantacinque anni dal primo salto in serie B della squadra di Reggio Calabria. Primo successo della brillante carriera del tecnico

16 maggio 1965, la Reggina centra la prima promozione in serie B della sua storia, firmata Tommaso Maestrelli. Lo 0-0 casalingo contro il Marsala permette ai reggini di vincere definitivamente le resistenze di Taranto e Casertana, per le strade di Reggio Calabria può partire la festa.

Una corsa trionfale da parte dei ragazzi del Maestro Tom, una squadra leggendaria che ha scritto realmente la storia. Chi c’è all’epoca, ripete sempre come un mantra i nomi di quell’impresa impensabile appena qualche stagione prima: “Persico, Mupo, Barbetta, Alaimo, Gatto, Camozzi, Florio, Santonico, Neri, Sbano, Ferrigno“.

E’ festa grande per il presidente Oreste Granillo, che aveva puntato con una certa decisione sullo sconosciuto Maestrelli, ma fu anche la consacrazione del tecnico che poi fece le fortune di Foggia e Lazio, sino a conquistare uno Scudetto leggendario nel 1974.

Una squadra di fenomeni quella Reggina, con tanti personaggi incredibili. Il portiere Persico, il difensore Mupo, che ha contributo alla nascita del sindacato calciatori, lo sfortunato Italo Alaimo, ma anche Vito Florio, il recordman amaranto Alberto Gatto, ma anche Rosario Sbano, “Amaro” Camozzi, che regalò il derby a Cosenza con una botta dalla distanza. Odore di Storia, di vera Leggenda, un’apoteosi che i tifosi amaranto non hanno mai dimenticato.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Amarcord