Resta in contatto

News

Balata: “Contrari alle seconde squadre in serie B, noi modello per il calcio italiano”

Le parole del massimo dirigente del torneo cadetto

Il presidente della Lega B, Balata, è intervenuto al forum “Il calcio che l’Italia si merita“, svoltosi presso la sala
convegni del Corriere dello Sport – Stadio a Roma dove ha parlato del tema delle seconde squadre:

Noi siamo contrari alle seconde squadre, almeno nel nostro campionato, pur non essendo contrari al progetto in linea generale. Ritengo che oggi un modello di calcio giovanile italiano di grande livello esista e si chiama ‘Campionato Serie BKT’. Noi quest’anno lo abbiamo dimostrato, tra l’altro anche con dei numeri sul minutaggio relativo ai nostri giovani calciatori italiani che poi sono stati selezionati dalle nazionali, anche da mister Mancini. Credo che sia stato contento di vedere questi ragazzi valorizzarsi e disputare una tale quantità di minuti in campo in un campionato importante come il nostro. Io credo che questo modello non debba essere adesso disperso perché è un modello che si è affermato: noi abbiamo avuto tante società che hanno fatto giocare minuti nelle nostre partite importanti a tanti calciatori che probabilmente, se non avessero giocato nel nostro campionato, sarebbero rimasti dispersi in qualche tribuna“.

Continua Balata: “Sono contrario anche per ragioni di natura giuridica: perché nel campionato di Serie BKT, le
seconde squadre delle grandi società italiane non potrebbero concorrere per la vittoria, neanche per partecipare ai playoff. Questo renderebbe, in radice, irregolare la competizione. Poi ci sono ragioni anche di natura sociale, pregiudiziale e giuridica: voi immaginate in un contesto come quello calcistico, adesso abbiamo una grandissima società del centro-sud come il Bari e per noi è importantissimo averla nel nostro campionato, se introducessimo le seconde squadre, rischieremmo di perdere tanti asset nel calcio di altissimo livello nel nostro paese. Quest’anno abbiamo avuto una società come la Cremonese che è stata promossa in Serie A e ha avuto il 30% di minutaggio di tanti calciatori, alcuni non sono neanche di sua proprietà, che hanno avuto anche una straordinaria valorizzazione economica“.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News