Tifo Reggina
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Reggina: gioco prevedibile e poca velocità, Inzaghi lavorerà in settimana

La squadra è stata sfortunata, ma non ha offerto la migliore prestazione possibile

Pippo Inzaghi davanti alle telecamere è mostrato sosoddisfatto della prestazione dei suoi calciatori. E non c’è neanche molto da criticare, consideato il percorso fatto fino ad ora dalla squadra.

Da perfezionista e ottimo allenatore, quale è, difficilmente però non si sarà accorto che qualcosa sul piano della manovra non ha funzionato.

La Reggina contro la Spal ha costruito la maggior parte delle occasioni quando si è messa ad attaccare a testa bassa, andando all’arrembaggio.  Questo perché nella prima ora di gioco si era visto poco.

La squadra di De Rossi si è messa lì, non dando profondità alla giocata che meglio riesce alla squadra amaranto. Menez arriva incontro alla palla, scarica su Hernani che lancia per Rivas o l’altro esterno che va sul fondo e crea i presupposti per un cross verso l’area dove si catapultano sia il brasiliano che Fabbian.

Nel calcio ci sono due soluzioni: o riesci a diversificare o fai la stessa cosa a velocità insostenibile per l’avversario. La Reggina ha spesso puntato sulla seconda caratteristica e lo ha fatto con successo, costruendo la sua grande classifica. Contro la Spal la squadra è mancata anche sul piano del ritmo e non è stata una questione di condizione fisica, perché la squadra ha corso fino alla fine.

Contro la Ternana, anche a causa dell’assenza di Menez, è prevedibile si possa vedere qualcosa di diverso dal punto di vista della proposizione tattica.

 

Subscribe
Notificami
guest

4 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Renato
Renato
1 anno fa

Però sul progetto triennale ho qualche perplessità. I giovani di valore che abbiamo non sono nostri fabbian Pierozzi e, sicuramente, cambieranno casacca. I progetti si fanno anche investendo sui giovani, vedi Frosinone. I giovani nostri non sono da serie B con tutto il rispetto per il loro impegno. Ciò vuol dire che prossimo anno bisognerà ricominciare da capo. Capisco che la nuova società è al primo anno e le note vicissitudini. Bisogna solo dire grazie, però il progetto triennale non riesco ad oggi a vederlo.

Paolo
Paolo
1 anno fa

Buongiorno io analizzo lato tecnico e non sto a guardare ne umore della piazza ne le analogie o episodi che caratterizzano i risultati di una squadra che sta facendo più del preventivato .Il mio cruccio è : oggi siamo prevedibili con le difese basse e coi terzini larghissimi per evitare taglio campo .Comincio Lucarelli per poi ripetersi con tesser castori ecc ecc .quando le squadre giocano in quel modo va inserita una prima punta Gori Santander o chi per lui e lanciata la palla.a.costui e fare salire la squadra .Non si può vincere un campionato senza una punta che specie in casa apre le difese .e se non basta vedi Gilardino ne metti un altra .il nostro mister grande uomo mille idee ma spesso paga la sua presunzione .

Sergio
Sergio
1 anno fa

Premesso che dobbiamo fare 7 9 punti nelle restanti 18 artite per garantirci il pass nella serie cadetta il prossimo anno.sono stanco di sentire sempre le stesse cose quando si perde ina partita.il progetto che la reggina calcio si è data è triennale si é scelto inzaghi.mi sembra che tutte le squadre hanno lo stesso sistema di gioco di base che varia a seconda i giocatori che uno ha.se mi avessero detto che a gennaio ero secondo il classifica gli avrei riso in faccia.per quel che mi riguarda la società ha gia vinto fra qualche settimana si avrà la certezzs della salvezza probabilmente faremo i playoff e se syccede sarà un miracolo.il fallimento sono quei 4.500 paganti per una squadra che ha superato tutte le aspettative…

Enzolino
Enzolino
1 anno fa

Tutto la sfortuna del mondo ma ripensando alle dichiarazioni di Hernani mi chiedo se conosciamo il problema delle partite in casa perché non cambiamo sistema di gioco? Lo stesso succedeva in altri posti dove il mister ha lavorato

Articoli correlati

Diversi i dubbi per Trocini sulla formazione da schierare al Macrì contro il Locri. Da...

Diversi dubbi per il tecnico in vista del derby tutto reggino, tanti i gicoatori in...
Da qualche settimana Trocini ha entrambi gli attaccanti a disposizione...

Dal Network

La squadra è ormai ad un livello che le consente di vincere praticamente tutte le...

L’incontro tra Maiello e Zola: una storia di perdono e riconciliazione. In una domenica che...

Nuova formula per la competizione che un tempo metteva di fronte la squadra che vinceva...

Altre notizie

Tifo Reggina