Tifo Reggina
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Reggina: a Bari era una partita da andarsi a prendere

Non serve a nulla parlare di buona prestazione

D’accordo: la Reggina non meritava di perdere. Ha offerto una prestazione più che sufficiente. Quando, però, manca una partita alla fine del campionato in queste considerazioni è facile trovare poca utilità.

Serviva, invece, una squadra che sin dal primo minuto trovasse il modo di mettere in campo le maggiori motivazioni rispetto ad un Bari che era quasi certo del terzo posto (non lo era al 100%). Davanti, tra l’altro, c’era un avversario che per almeno un tempo ha dato l’idea di non essere nella sua migliore giornata, anche per merito della prestazione amaranto.

Questa è la fase del campionato  in cui le squadre che riescono a centrare il proprio obiettivo riescono a superare i propri limiti. La Reggina, invece, ha avuto il torto di confermarli tutti. Dalla scarsa capacità di concretizzare il proprio gioco a quelli difensivi. Non è un caso se la squadra amaranto fa trenta cross e non fa mai gol, mentre gli altri ne fanno uno e vanno a segno. Come quello del gol di Folorunsho che ha spaccato e deciso la partita del San Nicola.

Non centrare i play off sarebbe un vero peccato, ma oggi non si è più padroni del proprio destino. Per non avere rimpianti non ci sono alternative a battere l’Ascoli. I calcoli prima servono a poco.

 

Subscribe
Notificami
guest

7 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Gianpiero
Gianpiero
11 mesi fa

Dopo il COVID ha alzato i prezzi

Lucio
Lucio
11 mesi fa

A parte il fatto che il piano lo ha redatto un funzionario del Tribunale sulla base di una legge dello Stato ovvero(se non capisci) fatta dallo Stato e non dalla Reggina…. poi se la Reggina dovesse fallire(cosa molto improbabile e pace all’anima tua) lo Stato e i creditori non beccano un quattrino e non al contrario. Ma vedo che non capisci…o meglio fai finta di non capire. L’ironia te la puoi risparmiare

Last edited 11 mesi fa by Lucio
Renato
Renato
11 mesi fa
Reply to  Lucio

Non ho trovato ironia in Domenico o almeno mi è sfuggita. Ha riportato l’articolo della GDS. Penso che la norma sulla crisi di impresa tende ad agevolare le imprese più delle norme di liquidazione coatta o fallimenti. Io, se può valere, sono ottimista sull omologa del tribunale anche se è evidente che qualche creditore verrà sacrificato. La mia paura è che la proprietà si stanchi prima o poi e qui i tifosi e la città devono stare vicino alla società. Bisogna remare tutti dalla stessa parte anche le istituzioni cittadine. Una B con tante calabresi è molto godibile. Comunque ringraziamo la vecchia proprietà dei casini che ha creato.

Alex
Alex
11 mesi fa
Reply to  Renato

Credo che la nuova proprietà’ ha messo in conto questo periodo di transizione… da giugno inizia una nuova fase con l’era Gallo alle spalle.

Lucio
Lucio
11 mesi fa

a riecco lo scemo del villaggio… povero mentecatto che sei . Fai pena

Commento da Facebook
Commento da Facebook
11 mesi fa

Vergognateve

Commento da Facebook
Commento da Facebook
11 mesi fa

Lo detto non ci regala niente nessuno bisogna sudarsele in campo

Articoli correlati

La formazione amaranto è quasi già sicura del quarto posto...
Il portiere spagnolo gioca titolare da qualche settimana, da quando è stata messa in archivio...
La Curva non fa mai mancare il proprio tifo incessante nei confronti della squadra...

Dal Network

La squadra è ormai ad un livello che le consente di vincere praticamente tutte le...

L’incontro tra Maiello e Zola: una storia di perdono e riconciliazione. In una domenica che...

Nuova formula per la competizione che un tempo metteva di fronte la squadra che vinceva...

Altre notizie

Tifo Reggina