Tifo Reggina
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Romano (all. Licata) “Nella ripresa subentrata ansia e stanchezza. Noi non abbiamo l’organico della Reggina”

L'analisi del tecnico dei siciliani "Ci hanno messo in difficoltà con i palloni laterali"

L’analisi di Pippo Romano, allenatore del Licata dopo il ko subito in rimonta dalla sua squadra per opera della Lfa Reggio Calabria:

“E’ successo che abbiamo preso dopo 5 minuti ed è subentrata sicuramente un po’ di paura, di ansia. Non siamo stati più aggressivi come lo eravamo nel primo, è subentrata anche un po’ di stanchezza, però la squadra nel secondo tempo sicuramente non ha fatto quello che aveva fatto nel primo. E’ stato un tempo per uno, noi abbiamo fatto due gol nel primo, loro nel secondo hanno avuto la partita in mano e sono stati bravi a recuperarla e vincerla. Noi siamo stati un po’ ingenui perché i gol potevamo evitarli. Il terzo è stato sfortunato perché c’è stata una deviazione, però i primi due sono arrivati da due traversoni e potevamo sicuramente marcare meglio e sentire più l’uomo in squadra”

L’analisi del tecnico prosegue “Prepare le tre partite in una settimana, con un organico che non è quello della Reggina che ha la possibilità di girare gli uomini come vuole, noi giocoforza dobbiamo alcune volte mettere sempre gli stessi oggi Calaiò ha giocato con un’infiltrazione, Pino a fine primo tempo aveva preso una botta all’anca e non ce la faceva, Cappello aveva un problema all’adduttore. Insomma eravamo un po’ acciaccati. Però la squadra quando riesce a giocare, quando riesce a muoversi senza palla com’è successo nel primo tempo, crea tanto, abbiamo messo sotto la Reggina. Poi nel secondo tempo i cambi hanno fatto la differenza”

Quanto all’aspetto che ha messo in crisi i suoi “Loro nel primo tempo mettevano solo palloni laterali e non hanno mai impensierito la nostra retroguardia, ci impensierivano solo con questi traversoni in area da parte di Cham che metteva questi palloni, avevano una buona fisicità loro davanti con Bolzicco e quando veniva a saltare anche Girasole ci metteva in difficoltà. Noi non siamo stati bravi ad accorciare a togliere tempo e spazio a copertura della palla, abbiamo fatto certe volte crossare liberamente gli avversari e questi traversoni ci hanno messo in difficoltà, tant’è che da li sono nati i gol”

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Rosseti e Renelus quasi recuperati, il prima potrebbe essere convocato per farli sentire nuovamente le...

Dal Network

L’incontro tra Maiello e Zola: una storia di perdono e riconciliazione. In una domenica che...

Nuova formula per la competizione che un tempo metteva di fronte la squadra che vinceva...

Protagonista con gli Azzurri che hanno sorpreso a Euro 2020 mancando poi la qualificazione ai...

Tifo Reggina