Tifo Reggina
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Cozza: “Deluso dall’accoglienza del Granillo. Mi aspettavo di più per uno che ha fatto la storia della Reggina”

Il tecnico: "Loro bravi a crederci fino alla fine ma il risultato più giusto sarebbe stato il pari"

A caldo dopo la sconfitta in casa della Lfa Reggio Calabria nel giorno del suo esordio sulla panchina della Gioiese, Ciccio Cozza ha commentato la prova dei suoi:

“Il rammarico di oggi è la sconfitta perché è stata una partita che non credo meritavamo di perdere. Però questo è il calcio. Abbiamo giocato una buona partita nonostante ho dovuto fare un cambio subito per infortunio quindi non era facile. Il primo lo tempo lo avevo impostato per aspettare e ripartire. Nel secondo tempo la Reggina ha avuto un buon momento in cui ci ha messo in difficoltà ma lo ha fatto sui lanci lunghi, non è che abbia creato poi chissà che cosa. Sono stati bravi a crederci fino alla fine e hanno vinto. Noi purtroppo oggi per mancanza di attenzione abbiamo perso la partita perché abbiamo preso due gol su due disattenzioni e non va bene. Avrei preferito giocare male e vincere. Avevamo preparato bene la partita aspettando l’avversario, siamo riusciti a ripartire bene in diverse occasioni e avremmo potuto fare qualche gol in più. Direi che il risultato più giusto oggi sarebbe stato il pareggio, la sconfitta non è meritata. Per noi comunque è un punto di partenza in questo mini campionato nel quale dobbiamo provare almeno a lasciare l’ultima posizione”. 

Sull’approccio morbido della squadra amaranto “La Reggina non ha sbagliato l’approccio ha semplicemente trovato davanti una squadra compatta, stretta e che ripartiva bene. La Reggina ha fatto la sua partita, ha vinto perché ci ha creduto fino alla fine e tante squadre quando si arriva al 90′ sull’1-1 magari preferiscono non rischiare. La Reggina ha rischiato e vanno fatti loro i complimenti. I nostri demeriti sono quelli di aver preso due gol simili su due errori gratuiti nostri”

Ai microfoni di Antenna Febea, e ripreso dalla pagina facebook del club viola, il tecnico ha poi parlato dell’accoglienza fredda del Granillo “Oggi non mi sono sentito a casa perché non c’è stato un coro o un saluto dalla curva né dal resto dello Stadio. Sono un po’ deluso da loro perché mi aspettavo qualcosa essendo stato un giocatore che ha fatto la storia della Reggina. Io sono uno che dice sempre quello che pensa e devo dire che mi hanno deluso e questa è una cosa che insegna”

Subscribe
Notificami
guest

29 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Ha perfettamente ragione

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Come allenatore sei un avversario, sei venuto per vincere quindi: poi come persona non si discute come giocatore il numero uno 😘

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Hai sbagliato a fare quell’intervista,non dovevi dichiarare che volevi vincere.Sempre nei nostri cuori amaranto, forza Reggina, speriamo che vincerai con le altre squadre

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Fatti un concorso in Regione,e lascia stare il calcio

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Va fatti nu cristeri i zippi 🤣🤣🤣🤣

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

ci avrebbe scommesso

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

I tifosi della Fenice non sono quelli della reggina.

irriducibile75
irriducibile75
1 mese fa

Ciccio e’ sempre stato cosi’, spigoloso, spontaneo e senza peli sulla lingua. Preferiro’ sempre uno cosi’ ad una figurina che cerca di piacere a tutti. E non dimentico cosa ha fatto in campo con la maglia amaranto, nei momenti piu belli c’e’ sempre stato, ed in quelli difficili non si e’ mai tirato indietro.

Ci sono calciatori osannati per un anno fatto sullo stretto con tanti sorrisi e leccate di … Poi ci sono poche persone autentiche, che non sempre son state simpatiche, e non sempre si prestavano ai giochetti di stampa e “cumpari”, ma su cui si poteva fare affidamento, e che erano non solo tifosi in campo ma reggini in campo, e Ciccio era uno di questi.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Signor cozza le cose non si pretendono, se lei ha fatto la storia della Reggina sicuramente è stato pagato x farlo ,ci sono cose più gravi nella vita ,giri pagina .

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Perdonali Capitano, non sanno quel che fanno. Evidentemente si meritano la Fenice.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Nn ti possono ricordare la tua tifoseria era un altra questi sono poveri illusi che vivono grazie alla vecchia guardia della Reggina 1914 ancora nn conoscono i veri stadii sono tifosi della Fenice Catania Ciccio tu sei un mito

Olè
Olè
1 mese fa

Magari eri tu la vecchia “vera” tifoseria???
Lo stesso che magari lo scorso anno non veniva nemmeno allo stadio o solo con i biglietti a 3€???
Siamo da D da tutti i punti vista ormai 🤦‍♂️🤦‍♂️🤦‍♂️

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Sì sì pure il tappeto rosso dovevano metterti nel calcio non c’è gratitudine

Olè
Olè
1 mese fa

Cozza è uno che va rispettato, ma questa sparata poteva risparmiarcela, non ha capito che nessuno ha voglia di fare festicciole e scodinzolare, o meglio qualche zerbinello anche qui che commenta scodinzola a tutti, attacca solo chi oggi nel bene e nel male tiene in piedi la baracca.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Ma no Ciccio, la tua tifoseria è quella della Reggina non quella della LFA. L’attuale squadra sta giocando in campo neutro a Reggio Calabria dall’inizio del campionato.

Olè
Olè
1 mese fa

Siete solo dei poveracci, siamo in D anche per colpa di voi zerbini di Gallo e saladini.
Non c’ è nessun campo neutro, gli unici neutri siete voi.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

LA curva non ha mai avuto un buon rapporto con cozza, da sempre. Cozza va rispettato perche’ ha fatto LA storia dellA Reggina… Forza Ciccio

Olè
Olè
1 mese fa

Ciccio Cozza con tutto il rispetto che nutro nei tuoi confronti, te la potevi risparmiare questa sparata!!
La curva non ha bisogno in questo momento di stendere tappeti rossi a chiunque, se tu fossi una persona davvero vicina al mondo Reggina capiresti che quello che stiamo vivendo è un mezzo dramma sportivo e NON C’È ALCUNA VOGLIA di coccolare chiunque arrivi!!
Mi spiace ma il tuo è solo egoismo, volevi essere idolatrato ma una persona coscienziosa avrebbe capito che la piazza non è dell’ umore giusto OGGI per fare festicciole, i delusi siamo noi potevi risparmiartela questa e capire lo stato d’animo in cui vive questa realtà calcistica oggi!!

Emanuel
Emanuel
1 mese fa
Reply to  Olè

E allora?
La storia e i colori vanno sempre rispettati….se questa e la curva –> andate a piangere.
Vi dovete rassegnare che ci vuole una ripartenza, e la verita e che e con la Fenice. Basta …loro stanno faccendoo programazione. Finalmente, perchè programazione non lo abbiamo avuto da oltre 10 anni…..

Olè
Olè
1 mese fa
Reply to  Emanuel

Guarda che forse non hai capito, non sono io che non voglio questa dirigenza, e che stanno facendo programmazione lo so benissimo!!
Semmai dovresti andare a dirlo ai figliocci orfani di Gallo e Saladini che volevano il terzo, quel Bandecchi per ricominciare con spacco qua spacco la e che dice di voler spaccare la testa alla gente e con un’ indagine della finanza in corso a suo carico!!
A Reggio Calabria ci vorrebbe un reset di cervelli!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Se parlavi di meno guadagnavi di più,brischiulu cu l acqua😄

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Ciccio, non ti arrabbiare, mettila sul lato che questa è un’altra tifoseria.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Oggi non era la passeggiata romantica di Ciccio Cozza. E’ arrivato da avversario che per una settimana aveva lanciato proclami di vittoria. Pretendeva i tre punti. Che non sono arrivati per nostra fortuna. Ma ora non faccia la vittima di lesa maestà e pensi a vincere le prossime due in casa

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Ciccio questa non e’ la Reggina …
E’ la Fenice

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

E si figli e figliastri. Hanno osannato giocatori mediocri. Valli a capire questi tifosi

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Voleva la riverenza? Era lui che doveva avvicinarsi sotto la curva Sud e salutare i tifosi.

Giuseppe
Giuseppe
1 mese fa

Infatti, perché non si è avvicinato a salutare invece di aspettare la chiamata?
Mi fa tristezza sia lui che chi lo difende onestamente.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Hai ragione Ciccio, ma questa non è la tifoseria della vera Reggina, o meglio, c’è un misto tra veri tifosi e quelli nuovi della Fenice, aspetta ancora qualche annetto, un abbraccione e forza REGGINA ❤️

Olè
Olè
1 mese fa

Aahh adesso c’è pure la vera e la falsa tifoseria a Reggio Calabria???
Intanto loro sono allo stadio a sostenere tu puoi dire la stessa cosa???
Difendereste pure un dittatore pur di andare contro a questa nuova realtà!!
Fra qualche annetto ti sei estinto con questa testa, caro riggitaneddu altro che aspettare!!!

Articoli correlati

L'esterno italo-albanese è il 17esimo giocatore a segno in questo torneo ...
Il portiere spagnolo gioca titolare da qualche settimana, da quando è stata messa in archivio...
La Curva non fa mai mancare il proprio tifo incessante nei confronti della squadra...

Dal Network

La squadra è ormai ad un livello che le consente di vincere praticamente tutte le...

L’incontro tra Maiello e Zola: una storia di perdono e riconciliazione. In una domenica che...

Nuova formula per la competizione che un tempo metteva di fronte la squadra che vinceva...

Altre notizie

Tifo Reggina