Tifo Reggina
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Praticò: “Reggio Calabria dal punto di vista calcistico è stata violentata la scorsa estate”

"Questa è una proprietà che vuole fare le cose per bene senza fare il passo più lungo della gamba e lasciare debiti come successo in precedenza"

“Reggio Calabria dal punto di vista calcistico è stata violentata la scorsa estate, era importante ripartire. E ripartire veramente da zero in pochissimo tempo non è facile. Abbiamo davvero lavorato giorno e notte”

Lo ha detto il club manager della Lfa Reggio Calabria, Giuseppe Praticò, intervenuto nel corso della trasmissione “Tutti nel pallone” su L’altro Corriere tv. Il dirigente amaranto in una lunga intervista nella quale ha sottolinea anche cosa cambia ora per il club dopo l’avvio dell’iter fallimentare per la Reggina1914 “Cambia sicuramente l’approccio per riuscire ad ottenere i nostri obiettivi primari. La proprietà già da inizio settembre, dal giorno dell’insediamento si è posta l’obiettivo di acquisire il marchio e la denominazione della Reggina1914. Per noi equivale a vincere un campionato, è un obiettivo che vogliamo raggiungere a tutti i costi. Anche perché questa società è stata scelta sia dalle istituzioni ma anche dalla Federazione per rappresentata la massima espressione calcistica della città e da oltre 110 la massima espressione calcistica di questa città si chiama Reggina”

Piazza violentata da due proprietà non reggine doc e allora la regginità proprio di Praticò e degli altri dirigenti di Reggio possono rappresentare una garanzia per questa nuova proprietà, anch’essa di fuori regione? “Quello che mi ha spinto ad accettare l’invito del dottore Minniti e del dottore Ballarino a ricoprire il ruolo di Club Manager è un grande senso di responsabilità. Io mi ritengo un figlio di Reggio. Mio padre nel ’86, quando avevo solo 12 anni, ripartì dall’ennesimo fallimento assieme a Foti e Benedetto. Io sono cresciuto a pane e Reggina e non potevo sottrarmi a questo invito. Non c’è bisogno di essere garante perché io conosco bene questa proprietà, ci lavoro ogni giorno e sono persone perbene, imprenditori seri che stanno ottemperando a tutti gli impegni

Perché alla piazza non va a genio questa proprietà? “Perché questa proprietà si è ritrovata in una tempesta perfetta politica. Politica perché il sindaco, che deve indicare alla Federazione una società, otto anni fa quando ci fu una situazione simile non aveva un’alternativa alla proprietà Praticò. Questa volta, il sindaco facente funzioni Brunetti per un eccesso di trasparenza ha deciso di fare una manifestazione di interesse e si sono presentati più soggetti. Per una serie di motivi che il sindaco ha illustrato la scelta è caduta sulla coppia Minniti-Ballarino. Forse il primo scetticismo è nato da lì, dal fatto che questa proprietà sia vista come una scelta della politica e in politica c’è chi la pensa in un modo e chi in un altro. Ma non c’è stato alcun favoritismo nei confronti della Lfa Reggio Calabria da parte delle istituzioni. Bisogna compiere una scelta e qualunque scelta il sindaco avesse fatto ci sarebbe stata un’altra corrente che la avrebbe criticata. Io penso che però come cittadini di Reggio dovremmo smetterla. La squadra appartiene a questa proprietà che vuole riportare Reggio Calabria tra i professionisti il prima possibile, che vuole investire su Reggio Calabria e che lo sta facendo senza un euro di arretrati. Sta qui il problema, si pensa che questa sia stata una scelta politica ma così non è. Questa è una proprietà che vuole fare le cose per bene senza fare il passo più lungo della gamba e lasciare debiti come successo in precedenza. Abbiamo letto la sentenza che ha sancito la fine della Reggina1914 e abbaimo scoperto dei profili pesanti. Sono state dette tante bugie. Io ricordo un’intervista dell’ex Patron della Reggina a Sportitalia in cui dichiarò di aver messo 15milioni di euro nella Reggina ma dalle carte questo non risulta. Quindi ripeto Reggio Calabria è stata violentata e non lo meritava. Io proferisco oggi avere a che fare con una proprietà che vuole fare le cose per bene che vuole fare il passo per quanto è lunga la gamba. Sicuramente gli obiettivi verranno raggiunti”

 

Subscribe
Notificami
guest

5 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
24 giorni fa

Chiedo per un amico: La Reggina dovrà essere risarcita, anche tutta la tifoseria…

Commento da Facebook
Commento da Facebook
24 giorni fa

E secondo te i tifosi che titolo hanno?loro tifano solo la squadra, per altro hanno le mani legate non sono mica dei dirigenti !! Si sono ribellati,ma non sono stati ascoltati, e allora???

rombodituono
rombodituono
24 giorni fa

perfetto Giuseppe Pratico sarebbe l’ora la smettessero i leggendari di sceccoweb

Commento da Facebook
Commento da Facebook
24 giorni fa

Mentre si consumava la violenza , il 90% dei tifosi erano impegnati a mbuccare comu e lapuni. La seconda volta in due anni e mezzo.🤡Poi ci sarebbero chi oggi grida al “marchio & identità.” Inadeguati.🇩🇰🇩🇰🇩🇰

Commento da Facebook
Commento da Facebook
24 giorni fa

Io taccio

Articoli correlati

Gli amaranto sono certi del quarto posto, ma almeno in teoria potrebbero andare oltre...
Il difensore centrale si è tolto la soddisfazione anche di segnare nel giorno dello scudetto nerazzurro...
Il centrocampista, dopo aver recuperato da una lussazione alla spalla, ha avuto una gioia nella...

Dal Network

La squadra è ormai ad un livello che le consente di vincere praticamente tutte le...

L’incontro tra Maiello e Zola: una storia di perdono e riconciliazione. In una domenica che...

Nuova formula per la competizione che un tempo metteva di fronte la squadra che vinceva...

Altre notizie

Tifo Reggina