Resta in contatto

Calciomercato

Reggina: il mercato è anche questione di rapporti privilegiati

Gli amaranto sono pronti a portare a casa tre tra gli under più interessanti in circolazione

Che Massimo Taibi godesse di qualche rapporto privilegiato con i più influenti direttori sportivi italiani lo si era capito già subito dopo il suo ritorno in riva allo Stretto nel 2018.

Nella nuova veste di dirigenza si trovò ad imbastire un progetto che, all’epoca, avrebbe puntato sui giovani e sulla loro valorizzazione e annessa monetizzazione.  Arrivarono calciatori di discrete prospettive: da Confente a Franchini passando per la conferma di altri come Tulissi.

Era un’altra Reggina a livello societario ed un’altra categoria. Per certi versi era persino più facile andare a rintracciare prospetti prima di testarli in un campionato non certo di altissimo profilo come la Serie C.

Oggi, però, è il momento di trovare giovani che siano forti. Che giochino la B e che, soprattutto, siano all’altezza della ambizioni della Reggina.

Ancora una volta si è sulla buona strada per chiudere una doppia operazione con l’Atalanta. Dal florido vivaio orobico la Reggina è pronta ad attingere l’esterno destro Lorenzo Peli e come riportato da Gazzetta del Sud anche il difensore  Enrico Delprato.  Un 2000 e un ’99 che hanno già alle spalle rispettivamente un campionato di C ed uno di B.  Soprattutto sul secondo sbaragliare la concorrenza non era compito agevole.

A loro si aggiunge, sempre con provenienza Bergamo, un altro prospetto che interessa, ossia Marco Carraro. Nell’ultima stagione è stato al Perugia.

E all’Atalanta, a capo dell’area tecnica, c’è un certo Giovanni Sartori.  Ovvero colui il quale ha dato a Massimo Taibi il numero di German Denis.  A quanto pare fu lui ad indicargli la possibilità di andare a prendere l’argentino.  Lo stesso ds amaranto ha rivelato che è stato proprio il dirigente nerazzurro a indicargli il fatto che, stando alle statistiche, sono gli attaccanti ultra-trentenni quelli che segnano di più.  Tutte circostanze che rivelano il filo diretto esistente tra i due.

E l’altro colpo in canna per la Reggina si chiama Gabriel Charpentier. Il Genoa lo ha acquistato dai lettoni dello Spartaks sotto la regia di Giuseppe Cannella.  Guarda caso, quest’ultimo ha condiviso con Taibi un’esperienza al Modena  dove quest’ultimo è stato ‘braccio destro’ del primo.

Il network di Taibi all’interno del calcio sembra al momento giocare decisamente a favore della Reggina.  L’augurio è che il direttore sportivo trovi qualche amico in Serie C dove poter piazzare qualche giocatore in uscita. La vera grande sfida di questa sessione di trasferimenti che si aprirà l’1 settembre.  Il primo ad auspicarlo è lui, al terzo anno da ds a Reggio Calabria e con un saldo comunque positivo sulla base dei risultati.

 

 

 

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Calciomercato