Resta in contatto

L'angolo dell'avversario

Reggina, focus sulla Cremonese di Bisoli: i grigiorossi sperano in Strizzolo ma la difesa va male

Modulo, punti forti, punti deboli e tanto altro: andiamo a dare un’occhiata approfondita ai grigiorossi

La Reggina deve affrontare, dopo la gara contro il Cittadella, un tour de force molto delicato contro formazioni potenzialmente da bassa classifica. L’ultima sfida casalinga dell’anno solare 2020 è quella contro la Cremonese, programmata per mercoledì 30 dicembre.

Con l’aiuto dei colleghi di CalcioCremonese, abbiamo analizzato la formazione grigiorossa, una delle squadre in maggiore difficoltà in questo primo scorcio di campionato. Punti di forma, debolezze e il cammino dei grigiorossi a dodici giorni dallo scontro diretto in Calabria:

COME GIOCA

Avvio di torneo ampiamente sotto le attese per la Cremonese di Pierpaolo Bisoli, che ha dovuto adattare la squadra in base alle necessità legate ad infortuni e vari aggiustamenti tattici della squadra, in costante affanno di classifica. Partito con un 3-5-2, il tecnico grigiorosso ha poi rispolverato la difesa a quattro dell’anno scorso, optando per un 4-3-3 che a volte diventa un 4-2-3-1. La sensazione è che l’assetto non è ancora quello definitivo, ma piuttosto si cercherà di scegliere in base ai calciatori effettivamente a disposizione

IL RENDIMENTO

La Cremonese finora ha sicuramente reso al di sotto delle aspettative: al momento i punti sono infatti solamente nove, frutto di una vittoria (contro l’Entella), sei pareggi e cinque sconfitte. Partita con una certa ambizione, come capita di solito, la squadra è ancora invischiata nei bassifondi, come accaduto anche nell’ultimo campionato. Prima della gara di Reggio avrà un doppio confronto casalingo contro Cosenza e Pordenone, poi prima della partita del Granillo renderà visita al Monza.

IL PUNTO FORTE

Se escludiamo una rosa non certo da ultimi posti, negli ultimi turni la squadra di Bisoli ha riscoperto la propria verve offensiva: eccezion fatta per la sfida di Empoli, la Cremonese ultimamente segna a raffica (otto gol nelle quattro partite precedenti alla sfida del Castellani), il che ha aiutato a portare a casa qualche punto in più rispetto a un avvio di campionato da incubo. A livello di nomi, effettivamente, i vari Ciofani, Ceravolo e compagnia non hanno nulla da invidiare ad altri colleghi di reparto.

IL PUNTO DEBOLE

L’attacco ha ritrovato la sua quadratura, ma la difesa si sta dimostrando ampiamente fragile: l’unico clean sheet di questo campionato risale infatti allo scorso 17 ottobre, quando in casa arrivò uno 0-0 contro il Venezia. Al momento sono diciassette le reti totali incassate sin qui dai grigiorossi.

IL GIOCATORE DA TEMERE

L’uomo del momento è Luca Strizzolo: dopo un inizio di campionato in cui ha potuto giocare solo qualche scampolo di partita, Bisoli gli ha dato una maglia da titolare e lui lo ha ripagato con quattro reti in tre partite. E’ decisamente uno dei elementi di maggiore qualità, peraltro stranamente rimasto in Lombardia nonostante una grossa stagione con la casacca del Pordenone.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da L'angolo dell'avversario