Resta in contatto

Amarcord

La parabola di Andrea Bianchimano: da protagonista in maglia Reggina all’anonimato

L’attaccante lombardo ha segnato nell’unico successo amaranto contro la Virtus Francavilla, oggi è in crisi d’identità a Catanzaro

La parabola di Andrea Bianchimano. Alla Reggina sembrava in rampa di lancio, le 9 reti dell’annata 2017-2018 gli sono valse la chiamata della B e del Perugia nel dettaglio, che puntò oltre 400mila euro per strapparlo alla concorrenza. Poco spazio in biancorosso e il rapido ritorno in C, con il Catanzaro capace di anticipare le tantissime squadre che volevano puntare sul classe 1996.

Cinque reti in sei mesi in giallorosso, ma anche tanti, troppi, infortuni, giunti proprio nel momento in cui poteva spiccare il volo.

Un’estate assai travagliata, tra l’attesa di una chiamata dai Cadetti e la necessità di dover rifare il passo indietro per riprendere al volo quel treno già passato una volta. Ancora Catanzaro, affare concretizzato proprio nelle ultime ore della sessione estiva delle contrattazioni, ma più ombre che luci nei primi mesi della stagione in corso, con sole tre reti all’attivo e i soliti infortuni muscolari a fargli compagnia.

E ora che farà l’attaccante passato nel vivaio del Milan? Per tornare a Perugia (e approdare in altro club) serve un indennizzo da corrispondere al Catanzaro, mentre in Calabria sarà chiuso anche da Di Piazza e (forse) da un altro attaccante di grido. Senza scordare i vari Kanoutè, Fischnaller e Giannone.

I giorni di gloria di Reggio sembrano lontani…

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Amarcord