Resta in contatto

News

Reggina, Garufo: “Non ci possiamo fermare…”

L’esterno destro amaranto al “Quotidiano del Sud”

In vista della sfida contro la Paganese, Desiderio Garufo ha rilasciato qualche parola al Quotidiano del Sud. Di seguito le sue dichiarazioni.

Sul ritorno in campo:“Ho sofferto molto nel lungo periodo di assenza, per non aver potuto dare il mio contributo alla squadra, in un periodo molto delicato della stagione. Ricordo quel terreno di gioco a Bisceglie, davvero impraticabile, ho sofferto terribilmente ma oggi tutto è passato e sto bene fisicamente. Sono contento di essere tornato in campo a Catania, dove abbiamo disputato una grande partita contro una squadra in buona forma”.

Sulla sfida del Massimino: “Diciamo che dopo i numerosi cambi, approfittando anche di un calo fisico degli avversari, tutti coloro che sono entrati hanno dato una marcia in più alla Reggina. Sapevamo di incontrare un Catania in salute e quindi siamo stati guardinghi per non farci superare. Nel secondo tempo un po’ tutti siamo venuti fuori e abbiamo dato qualcosa in più in fase offensiva”.

Sulla Paganese: “Noi non ci fidiamo di nessuno, neanche della Paganese che ha compiuto un bel percorso. Ci aspettiamo un avversario di categoria , che difende bene e che ha conseguito ottimo risultati. Noi però, pensiamo solo a noi stessi e siamo pronti a disputare la miglior gara possibile, pensando solo a vincere. Ci rendiamo conto che non ci possiamo fermare. Dobbiamo segnare ed attaccare, ma dobbiamo pensare anche a difenderci. I campionati si vincono anche difendendosi, i gol prima o poi li faremo. La nostra però, è una difesa particolare. Ci difendiamo nei venti metri avversari per poi ripartire e arrivare subito in porta. Più siamo vicini, meglio è”.

Verso la B: “La classifica dice che il Bari è l’avversario più insidioso, e ci crede come è giusto che sia. Noi però ci crediamo di più in virtù della nostra migliore posizione. Tutte le squadre, apparentemente fuori dai giochi, continuano a crederci, se non altro sperano di rientrare. La Ternana, per esempio, potrà tornare in gioco se batte il Bari alla prossima. Il campionato si deciderà nell’ultimo mese”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News