Resta in contatto

News

Coronavirus, Bandecchi: “Prima di giugno non manderò in campo la squadra”

Tra le avversarie della Reggina, il presidente della Ternana dice la sua sulla ripresa dei campionati

Stefano Bandecchi, presidente della Ternana, ha detto chiaro e tondo ai microfoni di graffisulpallone.com che per lui la ripresa dei campionati non deve essere affrettata: “Se va bene non certo prima del primo giugno. Io prima di quella data non manderò in campo la mia squadra. Ripeto, prima di tutto la salute. Non faremo in tempo a finire il campionato? Pazienza. Si farà come nella formula uno o nel motociclismo che all’interruzione della gara fanno valere la classifica del giro precedente. E allora, per essere chiari, Reggina in serie B e le altre a fare i playoff. Perché la Reggina è prima e tra l’altro con pieno merito. Per quale motivo io adesso dovrei mettere in discussione il suo primato? Così dovrebbe farsi in serie B e in A. Insomma, come si dice dalle mie parti, a chi tocca non s’ingrugna”.

Ieri uno studio commissionato dalla Lega Pro parlava di un possibile danno economico dai 20 agli 84 milioni a seconda di quando e se il campionato riprenderà: “C’è poco da far di conto – ha proseguito il patron rossoverde, – il danno stante la sosta forzata oscilla tra il 25 e il 30% del bilancio annuale. Una perdita secca per le società alla quale debbono partecipare in egual misura anche i calciatori. Lo spettacolo si ferma, gli artisti non possono essere pagati. Altrimenti più di una società rischierà davvero di affondare”.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News