Resta in contatto

News

Reggina, l’ex presidente Lillo Foti: ”Trattai Baggio: ecco come andò…”

Il presidente amaranto della Serie A è intervenuto ai canali ufficiali della Reggina 1914 in concomitanza con l’amico Luciano Moggi

Venticinque anni da presidente della Reggina, tra alti e bassi. Lillo Foti è attualmente l’unico patron della storia del club amaranto ad aver fatto assaporare la massima serie calcistica italiano alla città di Reggio Calabria, per ben nove stagioni. Tante le trattative, gli scambi, i prestiti, gli acquisti, nel suo trascorso da dirigente, durante il quale ha instaurato amicizie di notevole importanza. Tra queste, quella di maggior rilievo è probabilmente quella con Luciano Moggi, ex dirigente della Juventus, con il quale Foti ebbe a che fare specialmente in ambito calciomercato.

”Con Moggi non c’è mai stata una trattativa – ha detto l’ex presidente della Reggina – quando ci sedevamo a tavolino sapevamo che nessuna delle due squadre ne sarebbe uscita penalizzata”. Con lo stesso Moggi, Lillo Foti condivide ancora la ”storia Paparesta”, secondo la quale il primo chiuse l’arbitro all’interno dello spogliatoio del ”Granillo” in seguito ad una vittoria della Reggina sulla Juventus. “Confermo che si è trattato di una storia gonfiata ha detto Fotila porta dell’arbitro si apriva con una semplice spallata, anche i membri della procura federale lo sapevano e ridevano di questo. E’ stato solo uno show simpatico”.

E tra le tante trattative, l’ex presidente amaranto ricorda quella di un certo Roberto Baggio. ”Lo trattai veramente. Andai a Caldogno, uno dei posti più squallidi dove mi sia mai recato. Sono andato a trovare Baggio a casa sua, era insieme al suo preparatore. Ho intavolato una trattativa che poi non è andata in porto, ma la trattativa c’è stata”.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News