Resta in contatto

Amarcord

Napoli-Reggina 1-1, compie diciotto anni il pari che consegnò mezza serie A agli amaranto

Il 28 aprile 2002, nell’inferno del San Paolo, la squadra di Colomba strappò un punto che impedì il sorpasso in zona promozione dei partenopei e di fatto indirizzò la corsa alla A

Napoli-Reggina 1-1 del 28 aprile 2002 diventa…maggiorenne. Diciotto anni fa, gli amaranto riuscirono a strappare un punto pesantissimo nella bolgia del San Paolo, in una fase decisiva e delicata di quel campionato di B.

Dopo trentadue giornate, Reggina di Colomba quarta e avanti di soli due punti dal Napoli guidato dal futuro tecnico dei reggini Gigi De Canio. I 63mila dell’impianto di Fuorigrotta ammutoliti dal gol fulmineo del reggino Savoldi e solo il pari di Vidigal a fine primo tempo rianimò il pubblico partenopeo.

La grinta, la voglia di vincere e il commovente impegno degli azzurri è andato a cozzare contro il muro eretto da Colomba. Passata in vantaggio grazie a Savoldi, dopo soli cinque minuti dal fischio iniziale di un pessimo Pellegrino, gli amaranto hanno poi badato esclusivamente a difendere e spezzettare il gioco. La reazione del Napoli è stata veemente ma poco organizzata. Il palo colpito da Montezine e le occasioni sprecate clamorosamente sotto porta da Rastelli hanno fatto pensare al peggio. Poi, il pareggio siglato di testa da Vidigal ha parzialmente rimesso le cose a posto. Il colpo del ko non è arrivato sia per imprecisione sotto porta degli avanti partenopei, che per le buone prove offerte da Franceschini e Baldini in marcatura“, raccontano le cronache dell’epoca.

Nelle due giornate successive, Palermo e Cosenza fermarono l’incedere dei campani, mentre la Reggina superò Siena e Salernitana e il 26 maggio 2002 festeggiò la seconda promozione in A della sua storia sul campo della Ternana.

Ecco il tabellino di quel Napoli-Reggina:

NAPOLI (3-5-2): Mancini; Villa (21′ pt Pavon), Luppi, Bonomi; Ametrano, Vidigal, Magoni (43′ st Cristiano), Montezine (36′ st Graffiedi), Jankulovsky; Rastelli, Stellone. a disposizione: Gragnaniello, Troise, Quadrini, Alessi. All.: De Canio

REGGINA (3-5-2): Belardi; Vargas ( 27′ st Zoppetti), Baldini, Franceschini; Vicari, Veron, Mozart, Leon (36′ st Bogdani), Morabito; Dionigi (1′ st Mamede), Savoldi. a disposizione: Franzone, La Canna, Alvarez, Giosa. All.: Colomba

MARCATORI: 5′ pt Savoldi (R), 43′ pt Vidigal (N)

ARBITRO: Pellegrino di Barcellona Pozzo di Gotto (ME)

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Amarcord