Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Reggina, Covid in Serie B: cosa dice il nuovo regolamento

Le nuove regole stabilite dalla lega cadetta per la gestione delle positività ed il rinvio delle gare

La Lega B ha ritenuto essenziale fornire delle linee guida ai propri club visto l’aumentare dei contagi da Coronavirus che, giorno dopo giorno, si stanno espandendo anche nel campionato cadetto. L’esempio più recente, è il rinvio della sfida tra Monza e Vicenza a causa della positività/isolamento di ben nove calciatori del club brianzolo, che non ha esitato ad avvalersi del terzo punto del nuovo regolamento.

Cosa dice quest’ultimo e su che cosa è incentrato

Le nuove regole sono state disposte, in via transitoria, eccezionale e limitatamente alla corrente
s.s. 2020/2021 (con esclusione della fase di play off e play out), da parte del presidente Mauro Balata, il quale ha posto tali disposizioni per la gestione dei casi positivi e per il rinvio delle gare a rischio. I punti principali sono tre: la regola generale, la positività rilevata a seguito dei test eseguiti entro le 48 ore antecedenti la gara e la positività/isolamento di più di 8 calciatori.

LA REGOLA GENERALE

In sostanza, è la regola di riferimento che detta i paletti principali della disputa della gara. In caso di positività di uno o più calciatori dello stesso club, infatti, prevede la regolare disputa della gara purché il club in questione abbia almeno tredici calciatori disponibili (di cui un portiere), ovviamente tutti negativi ai test. Tali tredici, dovranno essere tesserati e con il numero di maglia già assegnato. Qualora il club non sia in grado di poter ottemperare a tale disposizione, subirà la sconfitta per 3-0 a tavolino ma senza subire punti di penalizzazione.

POSITIVITÀ RILEVATA A SEGUITO DEI TEST ESEGUITI ENTRO LE 48 ORE ANTECEDENTI LA GARA

Qualora uno o più calciatori della stessa squadra risulti/risultino positivo/i al virus a seguito dei test eseguiti entro le 48 ore antecedenti la gara, il Club ha l’obbligo di far svolgere immediatamente al Gruppo squadra un ciclo di test mediante “tampone rinofaringeo” ovvero a mezzo diverso accertamento effettuato in conformità al protocollo sanitario di volta in volta vigente.

Qualora i casi di positività al virus siano riscontrati nei calciatori del Club ospitante, in attesa di conoscere l’esito del predetto immediato ciclo di test/accertamenti, che comunque dovrà pervenire almeno quattro ore prima del calcio d’inizio, il Club stesso potrà richiedere alla Lega il posticipo dell’orario della gara in programma. Solamente qualora la gara sia programmata dopo le ore 20.30, la Lega potrà disporre il posticipo al giorno successivo.

Qualora le positività venissero riscontrate nel club ospitato, invece, la gara si potrà posticipare fino al giorno successivo per oggettive e comprovate problematiche di carattere logistico ed organizzativo connesse alla trasferta, ma a patto che ci siano almeno due giorni di distacco dalla prossima gara.

POSITIVITÀ O ISOLAMENTO DI PIÙ DI 8 CALCIATORI

Qualora, nell’arco temporale intercorrente tra l’ultima gara disputata e le 48 ore antecedenti la gara successiva, risultino positivi al virus o siano posti in isolamento per effetto di provvedimenti delle Autorità statali e/o locali competenti, più di 8 calciatori dello stesso Club, quest’ultimo ha diritto, previa istanza al Presidente della Lega, al rinvio della prima gara utile nella quale sarà impegnato.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News