Resta in contatto

Approfondimenti

Dopo la prima rete di Bellomo in campionato, la Reggina ora aspetta quella di Rivas

Sulle spalle dei due fantasisti tutto il peso dell’attacco amaranto decimato dagli infortuni

Con reparto offensivo decimato, anzi ridotto all’osso dagli infortuni, il peso dell’attacco amaranto è tutto sulle spalle di Rigoberto Rivas e Nicola Bellomo. A loro è affidata non solo l’imprevedibilità nelle giocate, aspetto rispetto al quale non hanno mai deluso le attese, ma anche e soprattutto la capacità realizzativa.

Il gol decisivo messo a segno da Bellomo quasi allo scadere della sfida del Mapei Stadium di Reggio Emilia, assume allora un valore particolare. Il fantasista barese finalmente si sblocca realizzando la sua prima rete stagionale. Interrotto il digiuno in cadetteria che andava avanti dalla stagione 2016/2017 quando giocava nel Vicenza. Bellomo deve ora trovare continuità con il gol e trascinare i suoi fuori dai bassifondi della classifica anche gonfiando la rete.

Con Bellomo sono ora 9 giocatori amaranto andati a segno. Prima di lui avevano già gonfiato la rete Menez, Liotti, Crisetig, Folorunsho, Situm, Denis, Lafferty e Bianchi.

All’elenco manca ancora il nome di Rivas incapace di trovare il suo primo centro stagionale nonostante ci sia andato vicinissimo proprio a Reggio Emilia. Il giocatore honduregno in due situazioni, una per tempo, si è trovato davanti al portiere della squadra di Alvini facendosi però ipnotizzare dallo stesso. Se è perdonabile la prima circostanza, con Rivas che ha concluso addosso all’estremo difensore di casa, non lo è in nessun modo la seconda, quando invece che concludere a rete ha cercato l’ennesimo inutile dribbling al quale non ha abboccato Cerofolini.

A fine gara lo stesso attaccante ha riconosciuto i propri errori e ammesso di dover essere più lucido e cinico sotto porta. Che la gara contro la Cremonese sia l’occasione giusta per interrompere finalmente il digiuno?

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News
Advertisement

Altro da Approfondimenti