Resta in contatto

Amarcord

Reggina, con Tesser un precedente che ancora brucia

Nella stagione 2010-2011 il tecnico del Pordenone guidava il Novara che batté gli amaranto nei play-off

La Reggina ha un conto in sospeso con Attilio Tesser. Il tecnico del Pordenone, che domenica non siederà in panchina in quando squalificato, vanta, infatti, un precedente con gli amaranto che a Reggio nessuno ha dimenticato.

L’allenatore veneto, nella stagione 2010-2011, sedeva infatti sulla panchina del Novara e guidò i suoi fino alla promozione in serie A proprio a spese della Reggina, allora guidata da Gianluca Atzori.

Dopo essersi affrontate e battute reciprocamente nella stagione regolare (3-1 a Novara il 20 novembre 2010 e 1-0 a Reggio Calabria il 23 aprile 2011), le due compagini si sono poi scontrate nella semifinale play-off per il salto di categoria in massina serie.

Furono due scontri sentitissimi, due gare che tennero tutti col fiato sospeso fino alla fine. A Reggio, nel match d’andata il 2 giugno 2011 finì 0-0, a Novara, 3 giorni più tardi, i gol e le emozioni non mancarono. Un’autorete di Adejo, su conclusione di Bertani, portò in vantaggio i piemontesi, ai quali, in virtù della miglior posizione in classifica al termine della stagione regolare, bastava anche il pareggio per accedere alla finalissima. Bonazzoli si caricò allora la squadra sulle spalle e con una doppietta (in gol al 32’ e al 75’) ribaltò il risultato in favore della Reggina. La beffa si concretizzò allo scadere quando Rigoni tirò fuori dal cilindro una conclusione dal limite che superò Puggioni tra i pali.

Il 2-2 finale premiò il Novara di Tesser che nello spareggio decisivo batté anche il Padova e centrò la promozione in serie A. Per la Reggina quello fu il momento in cui, per l’ultima volta nella sua storia, sfiorò la massima serie.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Amarcord