Resta in contatto

Approfondimenti

Reggina, nel rush finale potrebbero non esserci gare abbordabili

Nessuna delle prossime avversarie degli amaranto ha già raggiunto il suo obiettivo

Reggiana, Cremonese e Ascoli nel giro di appena sette giorni, poi Lecce e infine Frosinone. Eccole qui le prossime cinque avversarie della Reggina, questi gli ostacoli per gli amaranto lungo la strada verso i play-off. Non ci saranno, salvo imprevisti risultati in corsa, gare facili o nelle quali gli avversari non avranno più nulla da chiedere alla classifica. Tutte, al momento, devono ancora centrare i propri obiettivi.

Si parte con lo sconto contro la squadra di Alvini a caccia di punti per provare ad agganciare almeno lo spareggio salvezza. Si gioca sabato alle 14 al Granillo e per gli emiliani è una gara da dentro o fuori.

Quindi, tre giorni più tardi, la trasferta a Cremona contro i grigiorossi di Pecchia, ormai praticamente fuori dalla lotta salvezza ma anche loro, così come Denis e compagni, pronti a strizzare l’occhio a qualcosa di più allettante. Solo un punto attualmente separa Reggina e Cremonese.

Il sabato successivo si torna al in casa per affrontare l’Ascoli. La squadra di Sottil, ancora in piena lotta per evitare i play-out, appare tra le formazioni più in forma tra quelle ancora a rischio ma non è fuori pericolo. Al momento occupa la quint’ultima posizione che vale gli spareggi salvezza e per venirne fuori deve recuperare tre punti sul Pordenone che deve però recuperare una gara.

Una settimana dopo sarà la volta del Lecce da affrontare al Via del Mare. Ad una sola giornata dalla conclusione del torneo, questa potrebbe essere l’unica gara in cui l’avversario amaranto ha già centrato il proprio obiettivo, nel caso in cui la formazione di Corini arrivi all’appuntamento già con la matematica promozione in serie A in tasca. Così non fosse, inutile sottolineare che le motivazioni dei salentini sarebbero a palla.

E, infine, la gara casalinga contro il Frosinone prevista per il 7 maggio. La squadra di Grosso sarà già salva? Sarà stata capace di togliere le castagne del fuoco con qualche turno d’anticipo? Al momento la si trova ancora lì in posizione non tranquilla e ancora incapace di ritrovare la via del successo nonostante il cambio in panchina.

Cinque gare e cinque incognite. La Reggina ci ha abituati a pensare una partita alla volta e allora sotto con la Reggiana per continuare a far bene. I conti si faranno alla fine.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News
Advertisement

Altro da Approfondimenti