Resta in contatto

Approfondimenti

Reggina meglio del Lecce, ma il pari non basta: niente play off

La squadra di Baroni non porta a casa una partita che avrebbe meritato di vincere e dice addio ai sogni

A testa alta. Altissima.  La Reggina esce da Lecce con la consapevolezza di essersela giocata meglio di chi era candidato a giocarsi la promozione diretta. Ci è arrivata meglio al formazione amaranto rispetto ai salentini alla penultima di campionato, sia dal punto di vista fisico che da quello dell’organizzazione di gioco.

Al netto di Coda e Mancosu, si può dire tranquillamente che la Reggina abbia offerto una prova sensibilmente migliore di chi stava giocandosi fino a poche giornate fa la promozione diretta e che adesso va ai play off con la possibilità di vincerli.  Quegli spareggi a cui gli amaranto non parteciperanno.

Sì, perché il 2-2 del Via del Mare è un punto prestigioso ma che dal punto di vista aritmetico cancella le residue possibilità amaranto di giocarsi la promozione agli spareggi. Sarebbe stato probabilmente troppo dopo aver regalato praticamente un girone alla concorrenza, a fronte di uno di ritorno dove la squadra di Baroni ha di fatto avuto numeri da quasi prima della classe.

IL 2-2 di Lecce porta anche diversi motivi di rammarico.  Da quel blackout determinato dall’infortunio di Edera,  dai tre ko ad altrettante pedine fondamentali passando per qualche giocata di Menez che, qualora fosse sempre stato bene, sarebbe potuto diventare la ciliegina sulla torta della squadra.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Approfondimenti