Resta in contatto

Approfondimenti

Reggina-Brescia, si gioca sabato o no? Il punto della situazione

Gli amaranto vorrebbero il rinvio, ecco come stanno le cose

Le ultime notizie sulla situazione Covid in casa Reggina le ha date il general manager amaranto Fabio De Lillo. Sono otto i calciatori che ancora non si sono negativizzati, ricordando come si sia arrivati fino a ventuno elementi con il virusnel gruppo squadra.

Si negativizzeranno probabilmente questa settimana, mentre la pattuglia di Mimmo Toscano da un paio di giorni si è arricchita dei calciatori che finalmente sono riusciti ad avere un tampone negativo. Un vero e propri o calvario iniziato dopo Natale.

La Reggina ritiene che giocare sia un rischio per i propri atleti, anche perché far giocare un match così importante con pochi allenamenti nelle gambe dopo una prolungata inattività è un rischio, oltre che un serio problema dal punto di vista della competitività. Come se non bastasse, ovviamente, un avversario superiore.

De Lillo ha ammesso che al 70% si gioca. Tuttavia, non è detta l’ultima parola.  Già nella giornata di oggi diversi club potrebbero accordarsi per richiedere un assemblea di Lega dove la situazione potrebbe anche essere messa alla votazione.

Tra le opzioni sul tavolo potrebbe esserci un rinvio del campionato al mese di febbraio. Squadre come Vicenza, Cosenza, Crotone e Ternana hanno problemi analoghi a quelli amaranto, si attende di capire se altri club si accoderanno.

L’altra ipotesi è che si rinviino solo le partite dove ci sono criticità evidenti.  La Reggina, tra l’altro, lo scorso 26 dicembre avrebbe voluto giocare, mentre l’assemblea di B ha deciso alla votazione che era meglio rinviare due turni di campionato quando la situazione si è rivelata ben peggiore di come  era quando ci si è fermati.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Approfondimenti