Resta in contatto

News

Reggina-Brescia, la classica che non ti aspetti: cifre e curiosità

Il match tra amaranto e rondinelle ha una storia lunga

Reggio Calabria e Brescia non sono certo vicine, ma il calcio le ha spesso messe di fronte. C’è un dato che, più di altri, fa effetto della sfida: i lombardi sono la squadra che gli amaranto hanno affrontato di più nella loro storia tra quelle che partecipano a questo campionato di Serie B.

Più del Cosenza, ad esempio, rivale storico e caratterizzato da contingenza territoriale e possibilità di sfidarsi persino nei gironi di Serie C.

Il Brescia è la squadra che più delle altre conosce la B e la Reggina l’ha trovata spesso e volentieri. Senza dimenticare, ovviamente, le sfide che ci sono state in massima serie.

Quello di sabato sarà il 44esimo confronto tra le due compagini. E c’è un sostanziale equilibrio: 12 vittorie amaranto, 18 pareggi e 13 sconfitte.

La prima sfida si disputò il 29 giugno del 1968 e gli amaranto si imposero per 1-0 con la rete di Vallongo.

AL Granillo si sono giocate 22 partite: 9 successi amaranto, otto pareggi e cinque sconfitte. In tanti ricorderanno quella del 2000 quando, con Taibi in porta, la gara venne interrotta dal lancio di seggiolini operato in segno di protesta dalla tifoseria amaranto. La Reggina, dopo quell’evento, fu costretta a giocare sul neutro di Catania contro l’Hellas Verona dove interruppe una serie di otto sconfitte consecutive.

Tra i cadetti si sono giocate 32 gare: 10 affermazioni biancazzurre, 15 pareggi e 7 successi amaranto.

Tra i calciatori che hanno segnato di più nel confronto tra le due squadre: Roberto Baggio (3 volte) e Shunsuke Nakamura (3 reti). Spunta, però, nella speciale classifica dei marcatori anche Fabio Petruzzi, difensore che non segnava praticamente mai e che ha realizzato alla Reggina metà delle sue realizzazioni.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News