Resta in contatto

Approfondimenti

Reggina: a Parma un pari che convince

Lombardi, all’esordio, ha subito regalato una giocata decisiva

Vincere è sicuramente meglio, ma se vieni da due successi consecutivi anche un punto va bene. Va bene soprattutto se giochi con una squadra costruita a suon di milioni che, da un momento all’altro, può tirare fuori la prestazione dell’anno e annichilire qualsiasi avversario.

È andata così alla Reggina a Parma. Si sono affrontate due squadre visibilmente stanche, ma che non hanno ma tirato indietro la gamba. Soprattutto quella amaranto che, quando è stato opportuno, non ha lesinato le maniere forti, quasi a voler dimostrare che alla causa ci si tiene e tanto.

Ad alterare l’equilibrio di una partita tra due squadre super rimaneggiate ci ha pensato soprattutto Vazquez.  L’ex Palermo e Siviglia è a lungo sembrata l’unica vera risorsa offensiva dei ducali, tant’è che il gol dell’1-0 è nato da un suo cross. Torre di Simy e conclusione vincente di Brunetta.

Con il passare dei minuti la Reggina, aggrappatasi a sua volta a Menez e Di Chiara, ha iniziato a macinare gioco. Proprio l’asse tra il francese e il terzino sinistro ha creato l’occasione del pareggio nella ripresa, firmato da Lombardi.

Gli amaranto, ad un certo punto, hanno dato l’idea di poter avere l’inerzia dalla propria parte, ma nel finale il Parma è tornato in partita ed ha avuto un paio di occasioni per vincere. Il pari, però, non è un risultato sbagliato.

 

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Approfondimenti