Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Il procuratore di Amione: “Bruno alla Reggina è stato una scelta di Taibi”

Polemica a distanza di De Santis con Aglietti dopo i complimenti al difensore

I grandi complimenti ad Amione riferiti da Alfredo Aglietti in una recente intervista hanno creato non poche polemiche nell’ambiente amaranto. Il tecnico avrebbe parlato del difensore con toni entusiastici affermando di averlo portato egli stesso a Reggio. Parole che cozzano con quello che poi è stato l’impiego del giocatore durante la guida Aglietti, ossia nullo.

A correggere il tiro è stato il procuratore di Amione, Lorenzo De Santis, intervenuto sui canali ufficiali della Reggina “Ho parlato con Aglietti proprio perché c’erano state delle incomprensioni riguardanti quell’intervista. Purtroppo, le sue parole in merito ad Amione sono state riportate in maniera imprecisa ed hanno di conseguenza alzato un polverone. Aglietti non ha mai detto, come è stato riportato da più canali di informazione, che Amione è un fenomeno, anche perché una dichiarazione del genere avrebbe avuto il sapore dell’autogol nei suoi stessi confronti dato che il ragazzo non ha avuto molto spazio quando lui sedeva sulla panchina reggina, ma ha parlato di un calciatore forte e promettente, che nella sua Reggina non ha trovato spazio perché lui prediligeva la difesa a quattro ed Amione si trova meglio in quella a tre. Non scendo adesso in disquisizioni tecniche a tal proposito, ma sono contento di aver fatto chiarezza anche per Aglietti su questo punto, dato che era dispiaciuto per come erano state riportate le sue parole. Frequento l’ambiente della Reggina da qualche tempo e non posso che parlare bene di Taibi, una persona che si è sempre presa le proprie responsabilità quando un calciatore non ha fatto bene ed è giusto che si prenda i meriti per acquisti di un certo livello, a tal proposito posso confermare che Amione è stata una sua scelta come tutte le altre”.

E a proposito di Taibi anche il direttore ha tenuto a dire la sua sulla vicenda sempre attraverso RegginaTv “Amione l’ho voluto io, Aglietti neanche lo conosceva. Potete chiedere al procuratore del ragazzo che è anche il suo. Sono stufo di fare la parte dell’umile, quando i calciatori non rendono mi assumo sempre le mie responsabilità invece quando rendono è sempre merito degli altri. Devo sottolineare che qualche sito ha voluto indirizzare l’intervista in un certo modo ma che il tecnico non era autorizzato a rilasciare l’intervista”

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Approfondimenti