Resta in contatto

Approfondimenti

Reggina, il necessario “bagno di umiltà” arriva da tutti gli eventi

Si guarda già al futuro

 

La Reggina è pronta a tornare all’antico. Nel senso che, come negli anni che hanno condotto alle migliori imprese, con il nuovo corso societario punterà alla programmazione. Lo impongono gli eventi con un salvataggio acciuffato per i capelli e per quanto sta accadendo attorno.

La scoperta della Serie B come patrimonio da salvaguardare è il dato di fatto che emerge da un’estate dove si spera ormai possa avvenire quello che sembrava un vero e proprio miracolo.

La Reggina può tornare umile e non solo per le sue vicende.  In Serie B sono arrivate Venezia, Cagliari, Genova, Bari e Palermo e Modena.  Si aggiungono alla varie Parma, Spal, Pisa, Benevento, Brescia, Como.. Tutti club o con un blasone superiore a quello amaranto, o con un bacino d’utenza più importante o con una proprietà più forte. In qualche caso tutte e tre le cose.

Questo non significa che la Reggina arriverà arrendevole al prossimo campionato, ma si lavorerà a fari spenti consci che l’unico obiettivo per l’anno zero è mantenere la categoria e ricostruire un club distrutto. Per Reggio presto sarà il momento di rispondere con i fatti al suo tenerci alla causa amaranto, consci che non è più il tempo dei voli pindarici.

Ma quanto sarà bello tornare a parlare di calcio?

 

 

7 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
7 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Approfondimenti