Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Reggina, incubo Liberati

Lo stadio di Terni è uno stadio che ha riservato ben poche soddisfazioni agli amaranto

Il più grande dei paradossi nel rapporto tra la Reggina e lo stadio della Ternana riguarda la stagione 2002. Gli amaranto festeggiarono sì la promozione in Serie A in Umbria, ma lo fecero dopo una sconfitta e grazie ai risultati provenienti dagli altri campi.

Il club dello Stretto ha nell’impianto della città umbra uno degli stadi più ostici per la sua storia. L’ultima vittoria risale addirittura alla stagione 1968-1969. Era la Reggina di Armando Segato e il vittoria nello 0-1 finale lo siglò Lombardo.

Da quel 15 giugno di 53 anni fa di tempo ne è passato e per la squadra di Inzaghi ci sarà da giocare contro la storia e verosimilmente anche su un terreno di gioco lontano dall’essere in perfette condizioni. Non una bella notizia per una squadra come quella amaranto che, in occasione dell’esordio a Ferrara, le cose migliori le ha fatte vedere giocando palla a terra.

 

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Approfondimenti