Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Reggina: l’importanza dei primi tempi, nel bene e nel male

La squadra amaranto non ha grandi cali, ma ha dati che raccontano una verità

La Reggina fino al momento ha vinto sei partite su otto. Due le ha perse e probabilmente avrebbe meritato di vincere anche quelle. O quantomeno di pareggiarne una, se si considera la sfida di Terni come la meno brillante tra quelle offerte fino al momento.

Tutti i successi hanno una caratteristica comune: gli amaranto di Inzaghi hanno chiuso i primi tempi in vantaggio.  A Ferrara con la Spal, in casa con il Sudtirol, con il Palermo, a Pisa, con il Cittadella e con il Cosenza.

A Terni hanno chiuso in svantaggio la prima frazione e non sono riusciti a raddrizzare la sfida.  A Modena, invece, la metà iniziale di gara ha visto il punteggio finire a reti bianche.

Potrebbe anche essere frutto del caso se si considera che le due sconfitte sono state immeritate, ma la sensazione è che la squadra riesca a dare il meglio quando gioca a nervi distesi e con gli avversari che devono inevitabilmente scoprire per andare a caccia del pareggio dopo lo svantaggio. Le prossime gare aiuteranno a capire se ci sarà una tendenza che proseguirà questo dato statistico, sopratutto se si considera che affrontare avversari di valore potrebbe portare a gare maggiormente tirate.

 

 

 

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News