Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Due errori difensivi rompono l’equilibrio di Parma, la Reggina torna dal Tardini con 0 punti

Un contropiede subito sullo 0-0 e una dormita sul calcio piazzato hanno messo in ghiaccio una gara che era stata equilibrata

Come sarebbe andata se Canotto, alla fine del primo tempo, avrebbe rotto l’equilibrio assoluto? O se, invece, la Reggina non avesse preso un incredibile contropiede su un calcio d’angolo a favore?  Con i “se” ed i “ma” non si è mai riscritto il calcio, ma sicuramente gli episodi fanno la differenza nell’ambito di una partita.

E l’hanno fatta a favore del Parma che è stato bravo a capitalizzare e a serrare le fila nonostante i tanti assenti.  Questo è successo anche perché, soprattutto nel primo tempo, i ducali con grande umiltà non hanno prestato il fianco alla Reggina. Hanno giocato in maniera prudente, non hanno lasciato spazi in profondità, adottando la tattica che in tanti hanno già utilizzato per mettere in difficoltà la Reggina: chiudersi.

Non tutti, però, hanno la qualità difensiva del Parma che, al netto di pochissime chance lasciate agli amaranto, è riuscita ad anestetizzare le giocate offensive degli amaranto. Serviva non prendere gol e invece gli amaranto lo hanno preso. Con un contropiede da non prendere (male anche tutti e non bene anche Colombi nella circostanza) e con una disattenzione su un calcio piazzato.

9 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

9 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Approfondimenti