Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

La vittoria che serviva: la Reggina riparte, Ternana ko

La squadra amaranto vince in rimonta e riscatta il ko casalingo di sette giorni prima

Il calcio è strano. La Spal non aveva tirato in porta e si era portata via tre punti dal Granillo grazie ad un autogol. La Ternana ha perso, facendo decisamente qualcosa in più rispetto agli estensi. Quello che per la Reggina è cambiato sono i punti portati a casa: stavolta sono tre e non zero.

In una partita decisamente più godibile rispetto a quella con gli emiliani, la squadra di Pippo Inzaghi ha offerto una grande prova di forza. Contro un avversario debilitato da diverse assenze ma comunque forte, gli amaranto hanno controllato la partita.  Nel primo tempo hanno collezionato occasioni di rete, sfruttando sopratuttto la verve di Rivas e Canotto sugli esterni. La mancanza di concretezza ha vanificato la propulsione offensiva, facendo sì che la Ternana acquisisse coraggio nel ripartire e creare occasioni da rete importanti.

Il gol rossoverde è arrivato grazie ad un’errata lettura difensiva di Contini, ma la squadra di Andreazzoli ha concluso anche in altre circostanze verso la porta. La Reggina, nonostante lo svantaggio e il possibile contraccolpo psicologico di chi veniva da una sconfitta casalinga immeritata, ha saputo reagire.  Lo ha fatto trovando subito il pareggio attaccando a testa bassa.

Nella ripresa, per una volta, gli episodi hanno premiato gli amaranto legittimando la superiorità espressa sul piano del gioco. Il timbo è stato quello del solito Giovanni Fabbian, uno che si può considerare l’astro nascente del calcio italiano.

7 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

7 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Approfondimenti