Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

La Reggina si mette subito in pari con sé stessa, ma ora viene il difficile

Il ko con la Spal aveva fatto perdere terreno rispetto alla marcia del girone d’andata

Sono 36 i punti conquistati dalla Reggina nel girone d’andata. Un ruolino di marcia che, se proiettato sull’intero campionato, rappresenterebbe una sorta di  chiave per la porta dei sogni. Con 72 punti difficilmente non si riesce a centrare la promozione dalla Serie B.

Tra il dire ed il fare, però, c’è il girone di ritorno. E non era iniziato sotto i migliori auspici, per effetto della sconfitta subita contro la Spal. Di fatto gli amaranto avevano perso contro un avversario che all’andata avevano battuto. Il -3 rispetto al ruolino di marcia dell’andata è stato però cancellato dal successo ottenuto contro la Ternana, considerato che al Liberati si era perso.

Adesso, però, ci sono due trasferte che all’andata furono due match casalinghi. La Reggina, contro Sudtirol e Palermo, fece bottino pieno. Va anche detto che le due squadre affrontate a Reggio Calabria avevano anche caratteristiche divesrse da quelle odierne. Gli altoatesini sono diventati una certezza del torneo grazie al cammino fatto da quando c’è Bisoli in sella e i rosanero si sono ulteriormente rafforzati nel mercatao di gennaio. La bellezza di questo campionato è che nulla è scontato e, fino ad ora, la Reggina ha dimostrato di poter essere una compagine d’altissimo livello.

 

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Approfondimenti