Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Reggina-Ascoli: sfida particolare per Breda

Gara particolare per il tecnico dei marchigiani

Sei vittorie, tre pareggi e cinque sconfitte. 21 punti in 14 partite sono lo score con cui Roberto Breda ha portato l’Ascoli a giocarsi i play off ad una giornata dalla fine del campionato. Un impatto sicuramente importante per l’allenatore che ha sostituito l’esonerato Bucchi nel mese di febbraio.

Un’altra sfida con esito soddisfacente per un tecnico che si presta poco alle copertine, ma che pratica un gioco votato all’efficacia ai fini del risultato. Per lui al Granillo ci sarà un’aria particolare. Quella di casa.

Se la Salernitana è la squadra che lo ha caratterizzato da giocatore, la Reggina è probabilmente quella più importante nella sua vita da allenatore. A Reggio ha mosso i primi passi da tecnico nelle giovanili dal 2007 al 2010 ed ha poi fatto il suo esordio in Serie B. Fu lui che, sempre nel 2010, fu chiamato a salvare la Reggina che prima era stata di Novellino e poi di Ivo Iaconi. Il tecnico veneto riuscì a portare in salvo quella che veniva giudicata una corazzata assoluta e finì per evitare la retrocessione per un soffio.

Dopo un anno alla Salernitana, il ritorno a Reggio. Un anno partito alla grande, con una squadra che viaggava fortissimo con il talento di Ragusa, Ceravolo e Missiroli. Poi l’esonero in una fase difficile che portò ad un interregno di Gregucci ed infine un ritorno che non fu sufficiente a centrare i play off.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Approfondimenti