Tifo Reggina
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Barillà: “A me interessa che la Reggina torni dove merita”

I play-off sono un campionato dove non ci saranno più rincorse da fare

In sala stampa dopo la vittoria in casa della Vibonese anche capitan Barillà che commenta così la prova della squadra:

“Era la partita che abbiamo preparato in questa settimana. Sapevamo che la Vibonese è una squadra molto forte e tecnica, che fa girare bene la palla e quindi abbiamo cercato di alzare il ritmo per metterli in difficoltà fin dal primo minuto. Speravamo di poter reggere fino alla fine e così è stato, abbiamo sofferto solo un poco alla fine però in più di un’occasione avremmo potuto arrotondare il risultato. Il merito va a noi, ai sacrifici che abbiamo fatto, alla rincorsa fatta in campionato. Oggi alla Vibonese abbiamo concesso veramente poco. Devo dire che i ragazzi non hanno mollato di un centimetro. Adesso ci aspetta un’altra partita, la finale e prepareremo anche quella” 

Reggio Calabria più affamata della Vibonese? “Non è stata fame, è più che altro voglia di dimostrare qualcosa. Noi in campionato abbiamo sofferto un pochino, abbiamo sofferto soprattutto le prime tre della classe, contro queste squadre siamo andati un pochino in difficoltà più che altro per il risultato. Quello che ci siamo detti in settimana è che volevamo una rivincita ed è capitata l’occasione giusta. Dobbiamo essere bravi a continuare adesso e non mollare per l’ultima partita”

Sulla prossima sfida contro il Siracusa. “Ho parlato in settimana con i miei compagni e ho detto loro che i play-off sono un campionato a sé. Saranno un campionato dove non ci saranno più rincorse da fare. Noi quest’anno quello che abbiamo sofferto di più è stato fare la rincorsa sugli altri perché quando rincorri non ti puoi fermare, non puoi cadere mai. Siamo stati bravi a tenere il livello sempre alto e in questi play-off stiamo cercando di alzare l’asticella per toglierci qualche soddisfazione che in campionato ci è mancata”

Ancora una volta è il capitano a decidere… “Sarà l’età ma non penso più al mio, penso più al collettivo. A me interessa che la Reggina torni dove merita, dopo di che se faccio gol io e fa gol il portiere per me è uguale. L’importante è riuscire a portare avanti questo sogno”

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

“La Reggina, per quello che ha rappresentato e dovrà rappresentato, debba continuare ad essere un...

Dal Network

La squadra è ormai ad un livello che le consente di vincere praticamente tutte le...

L’incontro tra Maiello e Zola: una storia di perdono e riconciliazione. In una domenica che...

Nuova formula per la competizione che un tempo metteva di fronte la squadra che vinceva...

Altre notizie

Tifo Reggina